subscribe: Posts | Comments

La Libia che destabilizza L’Europa...

        Lettera aperta al Ministro dell’Interno Marco Minniti Gentile Ministro, Avrei voluto condividere con lei alcune mie personali considerazioni faccia a faccia durante un incontro informale fra di noi e che riguardano quello che sta succedendo in Libia da anni e quello che lei sta provando a fare per contrastare il traffico di esseri umani e il terrorismo di matrice Jihadista. Ci eravamo ripromessi di farlo quando ci siamo incontrati i primi di gennaio di quest’anno al Museo del Bardo a Tunisi, ma purtroppo non c’è stato modo per rivederci e approfondire l’argomento. Discutere di queste questioni così complesse, che l’Italia sta cercando di gestire da decenni. Da qui la mia decisione, in quanto cittadino italiano di origini tunisine e...

La Libia che destabilizza L’Europa
posted on: Ago 27, 2017 | author: Salah Methnani

Tempo di Restaurazione

Ho guardato per tre giorni di fila tutte le tv egiziane per seguire l’andamento delle presidenziali. E’ stato un supplizio, ma era l’unico modo per vedere immagini dal vivo di questo importante appuntamento elettorale iniziato il 26 maggio. Due giorni prima, il candidato Abdalfattah Al-Sisi aveva auspicato, in una intervista televisiva, un’alta partecipazione dei votanti. Su 54 milioni di egiziani iscritti, il generale avrebbe gradito una affluenza pari ai 40 milioni, altrimenti si sarebbe offeso e di brutto. La risposta è arrivata però contro ogni aspettativa, e la maggior parte degli egiziani ha deciso di fare un dispettuccio ad Al-Sisi, disertando i seggi. Ai due giorni previsti inizialmente per scegliere il nuovo Capo dello Stato si è aggiunta...

Tempo di Restaurazione
posted on: Mag 31, 2014 | author: Salah Methnani

Europee 2014, La carica dei populisti

Senza andare a spulciare nei minimi dettagli l’esito definitivo delle elezioni europee, una rapida occhiata ai risultati forniti dal ministero dell’interno fa emergere a mio avviso due dati molto significativi. Il primo è che si sono triplicati i seggi degli euroscettici all’interno del nuovo Parlamento. Il secondo dato, che è l’altra faccia di una stessa medaglia, riguarda il voto massiccio anti-immigrati espresso in diversi paesi dell’Unione. Viene, intanto spontaneo domandarci cosa andranno a fare i nuovi eletti in un Parlamento che dicono “di voler fare esplodere”, come è il caso per esempio del partito Polacco Knp, che ha conquistato 4 seggi con il 7% dei voti. A questa domanda, prima o poi, i neo-eletti dovranno pure rispondere. Nel...

Europee 2014, La carica dei populisti
posted on: Mag 27, 2014 | author: Salah Methnani

A scuola dei Generali

L’anno 2014, per chi lo avesse dimenticato, doveva essere l’anno delle elezioni presidenziali in Tunisia. E non parliamo di quelle che doveva indire l’Assemblea Costituente dopo aver preso in mano le redini del paese all’indomani della rivoluzione del gelsomino. Quelle sono ancora in alto mare. Ci riferiamo invece alla farsa elettorale che si doveva tenere nel 2014 per regalare un sesto mandato consecutivo al generale Zine El-Abidine Ben Alì. Un appuntamento mancato per l’ex Presidente tunisino, costretto il 14 gennaio 2011 ad eleggere domicilio in Arabia Saudita, dopo che il popolo si era ribellato contro di lui e la sua famiglia. Secondo una tradizione molto radicata nei paesi arabo-musulmani, quando in una famiglia, nasce un figlio maschio si...

A scuola dei Generali
posted on: Mag 25, 2014 | author: Salah Methnani

Siria, il puzzle dei Jihadisti

Un amico siriano, che vive in esilio in Austria da decenni, mi ha chiamato di recente per chiedermi di aiutarlo a diffondere un messaggio importante nei paesi del Maghreb e in particolar modo, in Tunisia. L’amico, che qui chiameremo Abdallah, è originario della città di Deir-Ezzour, nel nord-est della Siria ed è in stretto contatto con gli ufficiali dell’esercito libero siriano e con i gruppi armati dell’opposizione presenti in quella provincia. Un video pubblicato in questi giorni su you tube (https://www.youtube.com/watch?v=aINk84-ozak&feature=player_embedded) mostra alcuni giovani di origini maghrebini, che combattevano al fianco dello Stato Islamico dell’Iraq e del Levante, mentre venivano catturati poi giustiziati dai ribelli di Sharquiya, nella provincia est di Deir Ezzour. L’appello di Abdallah è quello...

Siria, il puzzle dei Jihadisti
posted on: Mag 23, 2014 | author: Salah Methnani

« Previous Entries